sabato 19 novembre 2011

SPECCHIO - SALVATORE QUASIMODO

domenica, 21 marzo 2010
 
 
Ragazzi, è arrivata anche quest'anno la primavera.
Non diamola tanto per scontato; se ci fosse una nuova Era glaciale, ci sarebbe da aspettarla durante un inverno interminabile: speriamo di non viverla mai.

E stupiamoci ogni tanto di quello che la natura ci prepara.
Al di là della data  convenzionale, ogni tanto controlliamo l'albero sotto casa e controlliamo anche dentro di noi.
Anche noi siamo parte della natura, anche in noi si manifesta la primavera.
Questo il messaggio di Salvatore Quasimodo: la primavera (la serenità) può apparire all'improvviso.

http://www.trinacriabonsai.com/Public/data/kitora/200911516537_IMG_0197.JPG



SPECCHIO

Ed ecco sul tronco
si rompono gemme:
un verde più nuovo dell’erba
che il cuore riposa:
il tronco pareva già morto,
piegato sul botro.
E tutto mi sa di miracolo;
e sono quell’acqua di nube
che oggi rispecchia nei fossi
più azzurro il suo pezzo di cielo,
quel verde che spacca la scorza
che pure stanotte non c'era.



Leggi i vecchi commenti



#1  23 Marzo 2010 - 07:02
 
Delica e soave questa lirica.


baci baci iry
Utente: iry50 Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. iry50
#2  26 Marzo 2010 - 16:56
 
Gent.ma Carla Natali, La invito a visitare il mio blog dove spero possa trovare argomenti di Suo interesse.

un cordiale saluto
Utente: michelefabbri Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. michelefabbri
#3  25 Aprile 2010 - 13:30
 
perchè non scrivete il significato del titolo
utente anonimo
#4  25 Aprile 2010 - 14:04
 

Tu cosa pensi che significhi?
Carla
Utente: NATACARLA Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. NATACARLA
#5  01 Aprile 2011 - 12:51
 
In Specchio domina il dendromorfismo di Quasimodo, identificazione del poeta con l'albero...sono(essere)... quel verde (Vegetale).
Mi colpisce l'allitterazione (..Tutto mi sa di miracolo)  guardando dalla mia finestra il melogano del cortile (il tronco pareva già morto) o il fico che mi saluta lungo il sentiero ogni giorno.... mentre rompono le loro gemme.
Ancora ...i verbi: rompono e spaccare, esprimono un senso di forza quasi violenta e quindi grande dinamismo che si contrappone alla staticità (stanotte non c'era)..
La natura accompagna la rinascita annuale non per niente l'iconografia e la liturgia cristiana inseriscono la Pasqua in Primavera, come segno di rinascita interiore.... allora sì che è un vero miracolo!
Giuseppe
utente anonimo
#6  02 Aprile 2011 - 14:11
 
Anche qui c'è la stessa costruzione di SPECCHIO.
Un'osservazione della natura e di nuovo il suo sentimento che stavolta non è più grido. C'è una nuova primavera che rende leggera la sua anima. Qualcosa di inaspettato ha intaccato la scorza dell'albero con cui si identifica, quell'albero che "pareva già morto".
Quanto all'uso che Salvatore fa dei verbi, non avrei saputo dirlo meglio di te.
Le tue sono riflessioni che....fanno riflettere e dirti grazie sta diventando una abitudine.
Sei sempre il benvenuto.
Utente: NATACARLA Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. NATACARLA

1 commento: