sabato 26 novembre 2011

AUTUNNO - VINCENZO CARDARELLI

sabato, 05 novembre 2011
 
Ho fatto un passo indietro nel tempo e non mi sono allontanata molto. Ma questa poesia mi sembra così tanto tristemente attuale, con le emergenze-maltempo di questi giorni, che quel "brivido persorse la terra / che ora, nuda e triste, / accoglie un sole smarrito" sembra un verso scritto per quei paesi della Liguria e del Piemonte.
Vincenzo Cardarelli, pur essendo uomo di fine ottocento, è stato anche un uomo razionale, che non si è lasciato trasportare dai sentimenti, ma li ha gestiti dentro il suo essere semplice e misurato.





AUTUNNO

Autunno. Già lo sentimmo venire
nel vento d'agosto,
nelle piogge di settembre
torrenziali e piangenti
e un brivido percorse la terra
che ora, nuda e triste,
accoglie un sole smarrito.
Ora che passa e declina,
in quest'autunno che incede
con lentezza indicibile,
il miglior tempo della nostra vita
e lungamente ci dice addio.


Leggi i vecchi commenti



#1  05 Novembre 2011 - 17:15
Poesia veramente autunnale, e l' autunno è la stagione migliore per i poeti...

ALES
utente anonimo

#2  05 Novembre 2011 - 19:40
Forse per i poeti "del fuori", ma per quelli "del dentro" non si sono stagioni.
Ciao Ales.
Utente: NATACARLA Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. NATACARLA

#3  21 Novembre 2011 - 07:50
BUON GIORNO Carla!!!!
sereno inizio di settimana e buon lavoro!!!!
ciao
Giuseppe
utente anonimo

#4  21 Novembre 2011 - 08:53
Grazie Giuseppe.
Segnati il nuovo indirizzo di blog. Mi sa tanto che Splinder verrà oscurato.
Carla

Utente: NATACARLA Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. NATACARLA 


Nessun commento:

Posta un commento