sabato 19 novembre 2011

PASSEGGIATA NOTTURNA - RAINER MARIA RILKE

domenica, 31 gennaio 2010

Quanti riescono a far emergere una poesia osservando il cielo in una serata limpida?
E in quanti riscono a renderla così colloquiale, fitta di stupore per lo spettacolo che  ci viene offerto, di considerazioni sulla grettezza del quotidiano, del  troppo voler svelare i suoi misteri senza voler ammettere che dietro a tutto questo c'è la mano di Dio?


http://www.lasestina.unimi.it/lasestina/wp-content/themes/mimbo2.2/images/2009/11/astronomia2.jpg



PASSEGGIATA NOTTURNA



Niente è paragonabile. Esiste forse cosa
che non sia tutta sola con se stessa e indicibile?
Invano diamo nomi, solo è dato accettare
E accordarci che forse qua un lampo, là uno sguardo
ci abbia sfiorato, come
se proprio in questo consistesse vivere
la nostra vita. Chi si oppone perde
la sua parte di mondo. E chi troppo comprende
manca l’incontro con l’Eterno. A volte
in notti grandi come questa siamo
quasi fuor di pericolo, in leggere parti uguali
spartiti fra le stelle. Immensa moltitudine.






Nessun commento:

Posta un commento