giovedì 17 novembre 2011

TIENIMI LE MANI - MILANI MASSIMO

domenica, 12 luglio 2009

Le mani hanno ispirato molti autori.
Sono un buon pretesto, un punto di partenza.
Poi la poesia si sviluppa secondo quelli che sono i temi propri di ogni autore.
Queste di Massimo sono mani ormai senza forza, senza vita.
Lui ne ripercorre i gesti offrendone il ricordo a chi, a quelle mani si era affidato.
Non è chiaro se sia il/la compagno/a di una vita o un genitore, ma non è importante, in fondo.
Importante - e forte - è il messaggio d'amore che ci lascia.


http://nousautres.ilcannocchiale.it/blogs/bloggerarchimg/nousautres/illusioni_escher_mani%20che%20scrivono.jpg




TIENIMI LE MANI



Queste mani che scrivevano
perché non fosse scordato il tempo
queste mani senza più forza
per ribaltare ancora il mondo,

queste mani che tremano
e non ti accarezzeranno più.
In queste mani avevi affidato le tue
perché fossero riscaldate e protette,
in queste mani hai trovato conforto
quando il dolore ti ha segnato la vita,

in queste mani hai sperato e visto
nascere e costruire un sogno.
Su queste mani fredde, che ora stringi
verserai con amore ancora una lacrima.





 Leggi i vecchi commenti



#1  13 Luglio 2009 - 20:22
Ciao Carla, per ogni essere umano il linguaggio delle mani può esprimere emozioni che spaziano dall'odio all'amore .... e questa volta è l'amore vero e profondo che spreme quelle lacrime. Hai ragione, è diligentemente celata la natura di questo amore, perchè l'importate e che sia amore. A Te, a Voi ... l'interpretazione che più sentite vostra. Grazie. Massimo Milani
utente anonimo

#2  13 Luglio 2009 - 21:23
Plaudo il tuo lavoro - la mente che l'ha foggiato - e le mani che in qualche modo - sono state artefici di cotanta tenera poesia. Amico mio, non potevi farmi dono migliore. I miei complimenti - lusinghe che sento di dover estendere anche a Carla. Buona serata. Grazie franca
utente anonimo

#3  13 Luglio 2009 - 21:41
Grazie ad entrambi.
A Max per la sua presenza, come ho avuto già modo di dirgli, non è nel mio blog per caso.
A Franca, nuova amica che confusamente intuisco di conoscerne l'identità: sei sempre la benvenuta qua e Max ha il mio indirizzo.
Un abbraccio sincero.
Utente: NATACARLA Contattami Guarda il mediablog (foto, audio e video) di questo utente. NATACARLA

#4  16 Luglio 2009 - 19:42
Grazie Carla, oggi abbiamo parlato di te - io e Max; è talmente entusiasta della tua amicizia che ha contagiato anche me, che se c'è assoluta disponibilità - ci conosciamo poco. Conto di rimediare quanto prima. Nel frattempo, ti faccio raggiungere da un cielo ancora terso e da mille lucciole qui che transitano per la campagna della Rocca. Il mio Grazie Franca
utente anonimo



Nessun commento:

Posta un commento